lunedì 25 maggio 2015

Pausa Caffè Festival 2015 - Firenze

Le competizioni si sono svolte nellambito del 4/o Pausa Caffè Festival a Firenze, che ha offerto 10.000 tazzine e 65 tipi diversi di caffè

Il pugliese Santino Panettella è il primo campione italiano di
Coffee Triathlon

Il bresciano Alessandro Ghizzardi è il nuovo campione italiano  Cup Tasters, e rappresenterà lItalia al World Cup Tasters Championship che si svolgerà dal 16 al 18 giugno a Göteborg, in Svezia
La toscana Patrizia Furgani si aggiudica il quarto campionato Latte Art Challenge Dalla Corte e labruzzese Gianluca DIntino il primo Bunn Coffee Sensory Challenge


E il pugliese Santino Panettella, ventiseienne proveniente da Veglie, in provincia di Lecce, il vincitore del primo campionato Coffee Triathlon, la competizione che, venerdì 22 maggio a Firenze, durante il Pausa Caffè Festival, ha decretato il miglior barista dopo tre giornate di prove, in una sfida dalla selezione del caffè verde alla tostatura fino al modo di servire il caffè.



Il campionato è stato ideato dai coffee expert Francesco Sanapo e Andrej Godina, direttori del festival dedicato alla bevanda più bevuta dopo lacqua, ed è stata una competizione unica in Italia. I concorrenti si sono sfidati in numerose prove, tra cui la torrefazione vari caffè (non solo per espresso ma anche decaffeinati e filtro), lassaggio del caffè alla brasiliana, come si fa nei paesi dorigine, e poi la composizione, dai sei tipi di caffè forniti, della migliore miscela per espresso, da sempre simbolo del made in italy nel mondo.

Il bresciano Alessandro Ghizzardi è invece stato eletto nono campione italiano Cup Tasters (assaggiatori di caffè) e rappresenterà lItalia al World Cup Tasters Championship che si svolgerà dal 16 al 18 giugno a Göteborg, in Svezia. La competizione prevede che i concorrenti individuino, su tre tazzine di cui due contenenti lo stesso tipo di caffè, quella con il gusto differente. La gara è stata organizzata da CSC (Caffè Speciali Certificati) in collaborazione con SCAE Italia (Specialty Coffee Association), con il Patrocinio di SCAE Europa.

Durante il festival, Patrizia Furgani dellIsola dElba si è aggiudicata il quarto campionato Latte Art Challenge Dalla Corte, dedicato alla moderna tecnica di decorazione dei cappuccini, e Gianluca DIntino, abruzzese di Lanciano, il primo Bunn Coffee Sensory Challenge, con prove dedicate allolfatto e al gusto, e il riconoscimento alla cieca di aromi da 36 ampolle contenenti le principali assenze aromatiche che possono essere individuate in una tazzina di caffè, come fiorito, albicocca, mirtillo, cioccolato etc.

La quarta edizione del Pausa Caffè Festival, tenutosi in Piazza della Repubblica e in vari luoghi del centro storico fiorentino, ha offerto in tre giorni 10.000 tazzine di caffè specialty di 65 tipi diversi in degustazione gratuita. Una full immersione nel caffè di qualità 100% made in italy, tra incontri, workshop, spettacoli,  degustazioni di gelato e sorbetti al caffe specialty, cene e aperitivi al caffè. Sono stati 60 i baristi impegnati nei campionati, e alle 2 tavole rotonde hanno partecipato decine di operatori di settore tra cui i presidenti di associazioni di categoria. Fotogallery e video sono visibili sul sito www.pausacaffestival.it.

LE TESTIMONIANZE DEI VINCITORI

Dice Santino Panettella, primo campione Coffee Triathlon: Nasco come barman ma mi ha sempre incuriosito la macchina da caffè. Ho fatto vari corsi di formazione, dal cupping al green, un corso completo del coffee diploma e ho continuato a allenarmi perché sento sempre di più una passione per questo settore. Non mi sono limitato solo allassaggio dellespresso, ma anche allo studio del caffè verde. Adesso ho in progetto, nella scuola Coffee Spirit che ho aperto a Lecce, di introdurre la tostatura. Sarà il mio prossimo passo. Sono fiero di aver vinto questo premio, che è stato come una traversata: un vero triathlon.

Alessandro Ghizzardi di Brescia, studente ventritreenne, ha vinto tra 20 finalisti ed è stato proclamato 9° campione italiano Cup Tasters (assaggiatori di caffè). Racconta di essersi avvicinato per curiosità alle competizioni di cup tasting: ho sempre avuto un buon palato e ho voluto verificare la mia attitudine a riconoscere i sapori afferma. Nellultimo mese si è esercitato presso la torrefazione Caffè Agust, dove ha vinto la semifinale e proseguirà ancora in visto della finale mondiale, che questanno si svolgerà dal 16 al 18 giugno a Göteborg, in Svezia. Gli occhi attenti e curiosi di numerosi appassionati e di tanti passanti hanno assistito a questo strano rituale fatto di assaggi rapidi al fine di identificare allinterno di ognuna delle otto triplette di tazzine a disposizione di ogni finalista.

Patrizia Furgani, toscana dellIsola dElba, 26 anni, vive a Roma e lavora al bar Cantù. E la vincitrice del quarto campionato Latte Art Challenge Della Corte: Racconta: Mi sono avvicinata per caso al mondo del caffè: quando cinque mesi fa sono arrivata a Roma cercavo lavoro e sono stata assunta in un bar dove viene servito il cappuccino latte art. Ho iniziato ad imparare a decorare affiancata dai miei colleghi, e quando ho saputo del festival mi è venuta lidea di partecipare, ma non pensavo davvero di vincere. Mi sono fatta un bellissimo regalo.

Gianluca DIntino, abruzzese di Lanciano, 42 anni, è invece il campione del primo Bunn Coffee Sensory Challenge. Si occupa del commerciale per una torrefazione di Bologna e con questo lavoro si è avvicinato al mondo del caffè con filtro. Per approfondire largomento ha portato a termine due Umami (i percorsi su caffè verde e degustazione). Dice: per lavorare con un prodotto bisogna conoscerlo, per questo ho scelto di iniziare a specializzarmi nel campo del caffè anche se non lavoro come barista. Venire a Firenze per il festival per me significa confrontarmi con tante altre persone con la mia stessa passione.

Pausa Caffè Festival, per la direzione artistica di Andrej Godina e Francesco Sanapo, è organizzato da NEM Nuovi Eventi Musicali, con il patrocinio del Comune di Firenze Assessorato alla cultura e allo sviluppo economico, in collaborazione con Cooperativa Archeologia/Caffetteria delle Oblate, Biblioteca delle Oblate, Scae Italia, CSC, Ditta Artigianale, Sesamo Comunicazione Visiva, SOWhat - Digital Agency; con il supporto e la partecipazione di Dalla Corte, Dini Caffè, Caffè Italia, Caffè Corsini, Caffè Piansa, Le Piantagioni del Caffè, La Tosteria, Oriental Caffè, Demus, Imperator, Sandalj, Bunn, Dm Italia, Pulycaff, Mahlkoenig, Caffemotive, Demuslab, Recappuccio, BWT Water + More, Petroncini Impianti, La via del Gelato.

Info: pausacaffefirenze@gmail.com 
www.facebook.com/pausacaffefirenze
twitter.com/pausacaffeflo

Ufficio stampa XPRESS COMUNICAZIONE

Sara Chiarello 329.9864843; Antonio Pirozzi 339.5238132; Francesca Corpaci 3392439292

sabato 16 maggio 2015

Le competizioni di Pausa Caffè Festival 20-22 maggio 2015

www.pausacaffefestival.it

Primo campionato Coffee Triathlon
Il format di gara si svilupperà su tre giornate, durante le quali i concorrenti dovranno dimostrare ottime capacità e conoscenze su tutta la filiera del caffè: dalla selezione del caffè verde fino allassaggio in tazza, sia in espresso che con i metodi a filtro.
Il primo giorno si partirà da una sessione di controllo qualità e selezione dei difetti su un campione di caffè verde monorigine. Il passo successivo sarà la tostatura, che verrà effettuata su una macchina tostatrice da 2 kg ad alimentazione elettrica. I concorrenti saranno chiamati a tre sessioni di tostatura: la prima di un caffè, raggiungendo un colore di tostatura predefinito, la seconda applicando la migliore curva di tostatura per lespresso (caffè verde specialty) e infine quella di una miscela per lespresso decaffeinato. La prima giornata di gara si concluderà con una sessione di assaggio di caffè preparato con il protocollo della Speciality Coffee Association of America e la compilazione della scheda assaggio della SCAA, il cui punteggio finale dovrà avvicinarsi il più possibile a quello determinato dai giudici di gara.
Il secondo giorno sarà dedicato alluniverso espresso, e si aprirà con una prova di formulazione di una miscela per lespresso partendo da sei caffè monorigine forniti dai torrefattori partner di Pausa Caffè Festival. I concorrenti dovranno utilizzare almeno tre dei sei caffè riuscendo a ottenere una tazza gustativamente bilanciata, corposa e dal retrogusto complesso e persistente. Unulteriore tazzina di espresso verrà preparata dai concorrenti con la Bacchi Espresso, dando la possibilità di scegliere lacqua ideale per la preparazione tra 6 acque minerali naturali in bottiglia. La gara continuerà con la preparazione di un cappuccino Latte Art, che verrà valutato dai giudici in termini di perfetta tecnica di schermatura del latte, perfezione nellesecuzione del disegno Latte Art e gradevolezza al palato. Lultima prova consisterà nella pulizia dellattrezzatura.
Lultima giornata sarà riservata a metodi di preparazione del caffè differenti da quello utilizzato per lespresso. I concorrenti dovranno preparare il caffè monorigine (tostato per il filtro durante il primo giorno di gara) con i metodi Hario V60, Trifecta e Aeropress. La valutazione dei giudici comprenderà sia la valutazione dei parametri di preparazione che la curva di erogazione dellacqua, oltre alle caratteristiche organolettiche della bevanda. Dicono Andrej Godina e Francesco Sanapo: Il campionato Coffee Triathlon è la dimostrazione di come un vero coffee expert sappia destreggiarsi nel variegato e difficile mondo del caffè riuscendo a gestire al meglio uno specialty coffee dallacquisto della materia prima, passando attraverso la tostatura e arrivando fino alla preparazione in tazza.

Ottavo campionato italiano Cup Tasters by Caffè Speciali Certificati


Due concorrenti per turno si sfideranno su un lungo tavolo di gara, dove saranno poste otto triplette di tazze contenenti caffè preparati in modalità filtro. Ogni tripletta ne conterrà due uguali, da individuare scartando la terza tazza, quella con caratteristiche diverse. Vince chi identifica nel minor tempo il maggior numero di tazze diverse. I caffè utilizzati verranno forniti dalla Caffè Speciali Certificati e saranno chicchi di singola piantagione particolarmente pregiati, tostati chiari per la preparazione a filtro. Tra i caffè ci sono differenze spesso sottili, che richiedono buone capacità sensoriali per essere individuate correttamente. Si tratta di un esercizio quotidiano per chi seleziona il caffè verde e per chi crea e controlla le miscele, ma organi di senso ben allenati sono preziosi alleati anche del barista, che ogni giorno può verificare di persona la qualità del prodotto che propone ai suoi clienti e coinvolgerli nel piacere di riconoscere e gustare un buon espresso. Unesperienza da raccontare, come spesso avviene dopo la degustazione di un buon calice di vino. 

Quarto campionato Latte Art Challenge Dalla Corte
Il cappuccino, la bevanda a base di caffè espresso più famosa e consumata al mondo, rappresenta il fiore allocchiello di questo campionato inaugurato quattro anni fa, durante prima edizione di Pausa Caffè Festival. La schiumatura del latte e la preparazione dellespresso saranno realizzate con attrezzature Dalla Corte, opportunamente calibrate per ottenere unadeguata pressione della caldaia vapore e la corretta temperatura dellacqua per lespresso, una volta individuato il cosiddetto sweet spot del caffè di gara. La competizione prevede la partecipazione di due concorrenti, che sulla stessa macchina espresso preparano in un tempo massimo di 6 minuti un cappuccino in versione Latte Art. I tre giudici di gara, di fronte ai due risultati dichiareranno immediatamente la loro preferenza, determinando il vincitore che sarà ammesso al turno successivo. Il campionato Latte Art Challenge Dalla Corte premierà la capacità del concorrente di riuscire in un tempo breve a preparare e disegnare il cappuccino Latte Art più bello, creativo e tecnicamente perfetto.

Primo BUNN Sensory Coffee Challenge

Il Bunn Sensory Coffee Challenge è una gara riservata ad appassionati e cultori delluniverso sensoriale del caffè, con un trittico di prove dedicate allolfatto, al gusto e allassaggio. La prima competizione consisterà nel riconoscimento alla cieca degli aromi sprigionati dalle ampolle del set aromatico Le nuz du cafè di DM Italia. Il set si compone di 36 boccette contenenti le più importanti essenze aromatiche che possono essere individuate in una tazza di caffè (fiorito, albicocca, mirtillo, limone, cioccolato, nocciola tostata, miele, mandorla tostata, cioccolato, ecc.). La seconda prova prevedrà il riconoscimento dei 5 gusti percettibili al palato (acido, dolce, amaro, salato e umami) e la capacità del concorrenti di posizionarli su una scala di intensità. Le soluzioni saranno preparate utilizzando acido citrico, zucchero bianco, sale da cucina, caffeina e glutammato monosodico). Infine, la prova più importante sarà quella dellindividuazione della tazza diversa allinterno di una tripletta di tre tazze di caffè specialty preparati con le macchine filtro della Bunn, sul format del campionato italiano Cup Tasters.