domenica 7 settembre 2014

Per la prima volta a Lecce ‘Io bevo caffè di qualità’, un evento esclusivo promosso da Quarta Caffè

Il comunicato stampa dell'evento di Lecce.

Il salentino Francesco Sanapo, campione italiano caffetteria, e l’esperto Andrej Godina ci portano in un viaggio di degustazione di caffè speciali provenienti dal Centro America, proposti secondo le ultime tendenze di consumo  

Giovedi 11 settembre, dalle ore 16 alle ore 22, presso Torre del Parco, Lecce – ingresso su invito


Lecce, 5 settembre 2014- Il gotha del caffè si riunisce per la prima volta a Lecce per un evento esclusivo, firmato da Quarta Caffè: l’appuntamento è per giovedì 11 settembre presso Torre del Parco con ‘Io bevo caffè di qualità’, la manifestazione diretta dal campione italiano di caffetteria Francesco Sanapo, salentino di nascita, sul podio italiano tre volte tra il 2010 e il 2013, e dall’esperto Andrej Godina, dottore in scienza, tecnologia e economia dell’industria del caffè, salito alla ribalta per le recenti inchieste della trasmissione televisiva Report. L’iniziativa, pensata da Quarta Caffè all’interno delle iniziative a supporto di Lecce 2019, città finalista candidata come Capitale Europea della Cultura, è riservata ad appassionati ed esperti che vogliono scoprire nuovi percorsi sensoriali ed approfondire la loro conoscenza dell’universo del caffè. Dalle ore 16.00 alle ore 22.00 sarà proposto un innovativo viaggio nel gusto, in cui i migliori operatori del settore ed esperti, provenienti da tutta Italia, accompagneranno il pubblico in una degustazione di caffè di particolare pregio qualitativo, preparati secondo le più moderne tendenze di consumo internazionali.

Il percorso sensoriale sarà a base di 4 caffè monorigine, caffè ‘specialty’ (di particolare pregio qualitativo) e decaffeinati, tutti tostati in loco da Edoardo Quarta, responsabile ricerca e sviluppo dell'omonima azienda. I monorigine, scelti per le loro caratteristiche peculiari di aroma, sono tutti provenienti dal Centro America, una delle macro aree di produzione di caffè di alta qualità più importanti al mondo, e nello specifico dal Costa Rica, Honduras e Guatemala. Ogni caffè sarà proposto non solo in modalità espresso, la metodologia di preparazione più diffusa in Italia, ma anche preparato a filtro, con l’aeropress e con la modalità del ‘brew bar’, che permette di ottenere veri e propri infusi di caffè, secondo una filosofia ‘slow’. In degustazione sarà disponibile un caffè decaffeinato di particolare qualità e rarità. Una ‘Quarta postazione’ offrirà, per la prima volta, la più tradizionale e rinomata preparazione salentina del caffè in ghiaccio con una miscela 100% arabica speciale, accompagnata dal migliore sciroppo di mandorla.

L’intreccio di diverse qualità di caffè, con particolari caratteristiche di aroma e gusto e di differenti metodi di estrazione, offrirà una full immersion tra aromi e gusti della tazzina di caffè. L’iniziativa è dedicata a tutti, dai semplici curiosi, agli appassionati, agli esperti e agli addetti ai lavori. Per l'occasione, saranno in esposizione alcuni pezzi rari inerenti al mondo del caffè, provenienti dalla collezione personale della famiglia Quarta.

“Abbiamo voluto coinvolgere il nostro amato territorio in un percorso degustativo unico nel suo genere -  dichiara Antonio Quarta, Amministratore Unico dell’azienda. - La cultura del mondo del caffè a supporto della candidatura di Lecce2019 è il più recente tassello di un percorso intenso e coinvolgente che abbiamo percorso negli ultimi mesi. Ormai manca veramente poco al verdetto finale: noi ci crediamo fortemente e ci auguriamo che la scelta ricada proprio sulla nostra città”.

Dicono gli ideatori Andrej Godina e Francesco Sanapo: “Dopo esser stato nelle migliori caffetterie di città quali Milano, Roma, Firenze, finalmente Io bevo caffè di qualità arriva a Lecce con un’edizione davvero particolare e interessante, grazie al supporto di un partner prezioso quale Quarta Caffè. Il caffè di qualità è riconoscibile grazie a parametri ben definiti: lo scopo dell’iniziativa è far capire al pubblico come riconoscerlo e degustarlo. Ma non ci fermiamo qui: la seconda edizione del format, che sta avendo un gran successo, tanto che abbiamo richieste da tutta Italia e dall’Estero, dalla Russia, Corea del Sud e paesi produttori, proseguirà a febbraio a Milano e a marzo a Rovereto, culminando con il ‘Pausa Caffè Festival’ a Firenze nella primavera del 2015. Il prossimo appuntamento, al di fuori del trittico, è invece un’edizione speciale che si terrà a Trieste in concomitanza con la fiera Triestespresso Expo dal 22 al 26 ottobre, una cinque giorni di degustazioni, eventi e workshop di formazione sul caffè”.

Io bevo Caffè di qualità, presso Torre del Parco, viale Torre del Parco, Lecce, ingresso su invito.
Io bevo caffè di qualità è realizzato in collaborazione con Quarta Caffè, Dalla Corte – macchine caffè espresso, BUNN macchine caffè filtro, PulyCaff - pulitori certificati per caffetteria, Sandalj Trading Company – Italian coffee passion, Demus Spa, Mahlkönig, Sesamo comunicazione visiva.



I caffè protagonisti della degustazione:

Costa Rica SHB Tarrazù - Hermosa - Sandalj. Prodotto nella regione di San Marcos de Tarrazú, ad un’altitudine tra i 1300 e 1650 metri sul livello del mare, le varietà botaniche di questo arabica sono caturra e catuaì e il procedimento di lavorazione è quello lavato, che prevede un’attenta e controllata fase di fermentazione dei chicchi. In tazza questo caffè regala una corposità interessante, con note di mandarino e mela fresca, noce e biscotti al cacao. Il retrogusto evidenzia un piacevole sentore di miele millefiori.

Guatemala SHB - La Merced - Sandalj Traceability Project. Arabica coltivato ai 1750 metri sul livello del mare, della regione di San Martín Jilotepeque, le varietà botaniche sono bourbon, pache e tipica, che, processate con il metodo lavato, regalano in tazza sentori di cedro maturo, una buona acidità con vene aromatiche speziate di chiodi di garofano e profumi floreali. Il retrogusto persistente rivela note di caramello e con una leggera nota di marsala.

Honduras SHG Ocotepeque - Aposento Alto - Sandalj Traceability Project è un arabica coltivato nella regione di Copan, a 1650 metri sul livello del mare della sola varietà caturra. La lavorazione dei chicchi, ottenuta per via umida tramite fermentazione, permette al caffè di esprimere in tazza una buona corposità e amabili aromi agrumati di mandarino con note di vaniglia. Il retrogusto piacevole regala sentori di cacao e buccia d’arancia caramellata.

Decaffeinato arabica del Guatemala, procedimento Demus. Si tratta di un caffè processato con il metodo lavato, di altura, Strictly Hard Bean decaffeinato, che permette di ottenere un caffè con un residuo di caffeina inferiore al 0,1%. La tazza si presenta con aromi intensi di frutta e cioccolato, un discreto corpo accompagnato da una piacevole acidità e un retrogusto persistente.

Chi sono gli ideatori di Io bevo Caffè di Qualità:
Francesco Sanapo, salentino di nascita e fiorentino d’adozione, è campione italiano di caffetteria 2010, 2011 e 2013, authorized barista trainer, Q-grader, coffee blogger. Da vari anni gira il mondo alla ricerca di caffè speciali, recandosi nelle singole fattorie nei paesi di origine del caffè, quali Sud America e Africa, tenendo corsi e master in giro per il mondo per sensibilizzare alla qualità e allo studio del caffè. A maggio 2013 ha portato per la prima volta l’Italia tra i finalisti del Campionato Mondiale di Caffè, il WBC – World Barista Championship, tra 56 paesi in gara. Insieme a Andrej Godina è organizzatore del primo talent show sul caffè, ‘Barista & farmer’ (www.baristafarmer.com), e del festival ‘Pausa Caffè’.

Andrej Godina, triestino di nascita, vive a Firenze, è dottore di ricerca in scienza tecnologia ed economia nell’industria del caffè, assaggiatore, Trainer autorizzato Speciality Coffee Association of Europe (SCAE), master barista. Attivo a livello nazionale e internazionale, lavora per molte aziende del settore, studiando sempre nuove strategie di promozione del prodotto.

Ufficio stampa Quarta Caffè
Gianfranco De Santis – Quarta Caffè – M +39.340.9371143

Ufficio stampa Io bevo caffè di qualità

XPRESS COMUNICAZIONE Sara Chiarello – M +39 329 9864843; esse.chiarello@gmail.com



mercoledì 3 settembre 2014

Umami Coffee Campus celebra la sua sesta edizione a Lecce



Umami Coffee Campus è un evento di due giorni incentrati a 360° sul mondo del caffè di qualità dove chiunque, il barista, l’appassionato e l’operatore di settore troverà nuovi spunti di confronto, crescita e lavoro nonché sessioni di degustazione. La prima edizione di questo innovativo format dedicato al barista è stata inaugurata a Firenze nel 2013 da un gruppo di baristi e trainer baristi legati al mondo della Speciality Coffee Association of Europe che, con entusiasmo e professionalità, hanno ideato un concept nel quale l’unico obbligo è la condivisione della conoscenza. L’evento del 12-13 settembre sarà la sesta edizione del campus che fino ad oggi ha raggiunto e aggregato centinaia di appassionati e operatori di settore.

Il Campus #6 è ospitato presso la torrefazione Quarta di Lecce, un’azienda legata alla produzione di caffè di qualità ed è in collaborazione con la Scae Italia. Il tema su cui è incentrata la due giorni di campus è la semifinale del campionato italiano Coffee Roasting Challenge e la formazione sul processo di tostatura e l’assaggio in modalità cupping seguendo il format della gara roasting challenge. Il campionato mondiale Coffee Roasting Challenge – WCRC è stato inaugurato ufficialmente l’anno scorso durante la fiera World of Coffee della SCAE; la seconda edizione svoltasi alla stessa fiera a Rimini 2014 ha visto la partecipazione per la prima volta di un concorrente italiano, Rubens Gardelli che ha gareggiato con i migliori tostatori a livello internazionale.
Durante l’evento sarà possibile visitare la torrefazione salentina e visionare una delle collezioni storiche più importanti di oggetti, macchine e libri sul caffè e il confronto con i migliori baristi italiani e master roasters.

Andrej Godina, Authorized SCAE Trainer e giudice del campionato italiano Coffee Roasting Challenge 2014: “la tostatura del caffè è una delle fasi fondamentali durante la quale è possibile esaltare al meglio le caratteristiche qualitative di ciascun caffè. Per questo motivo la gara di Roasting è un’eccellente momento formativo del tostatore il quale, nel contesto dell’Umami Coffee Campus, ha la possibilità di condividere, apprendere e confrontarsi con altrettanti esperti del suo settore. La tostatura è una “cosa serie” che necessita di una tostatrice tecnologicamente avanzata e di ultima generazione, un software di monitoraggio e controllo della curva, di tanto studio, pratica e centinaia di sessioni di assaggio. Lo scopo principale per il quale questo tipo di eventi vengono promossi è la diffusione della cultura del caffè di qualità. Grazie a Marco Cremonese, mastro tostatore e responsabile dell’organizzazione del campionato italiano Coffee Roasting Challenge, l’Italia sarà in grado anche quest’anno di portare un suo rappresentante alla finale mondiale.

Programma Umami Coffee Campus:

12 settembre 2014
09:00-9:45 welcome coffee breakfast
9:45-10:00 umami coffee campus opening
10:00-13:00 coffee roasting challenge
la prima sessione di gara prevede sessioni di tostatura con tostino Probat da laboratorio e valutazione del caffè verde
la seconda sessione di gara prevede le sessioni di tostatura con un  impianto Probat a gas da 5 kg
14:30-17:00 cupping di specialty coffees

13 settembre 2014
09:00-9:45 welcome coffee breakfast
9:45-13:00 coffee roasting challenge
la terza sessione di gara prevede la degustazione dei caffè tostati dai concorrenti in modalità cupping (alla brasiliana).


La semifinale del campionato italiano Coffee Roasting Challenge, in collaborazione con www.scaeitalia.com

La competizione si basa su un programma di lavoro che dura due giorni e che comprende tre fasi:
-        la prima è quella della valutazione del caffè verde che il concorrente tosterà e che viene analizzato facendone una classificazione/conta dei difetti; il concorrente effettuerà una tostatura con un tostino da laboratorio per poterlo immediatamente assaggiare e quindi decidere il profilo di tostatura che verrà eseguito. E’ obbligatoria la predizione della curva di tostatura che il concorrente intende effettuare durante la seconda fase.
-        la seconda è forse quella più importante perché prevede la tostatura vera e propria di un batch di 3 kg di caffè verde con la tostatrice fornita dall’organizzazione e di cui verrà registrata la curva di tostatura. Alla fine della prova i giudici verificheranno la corrispondenza della reale curva effettuata con quella predetta.

-        l’ultima fase prevede l’assaggio alla cieca in modalità cupping dei caffè tostati dai concorrenti da parte di un panel qualificato e professionale, assieme ai concorrenti, che in base alle caratteristiche di ciascuna tazza decreterà quelle migliori da un punto di vista organolettico.

sabato 16 agosto 2014

Lecce 11 settembre 2014: io bevo caffè di qualità edizione speciale caffè Centro America

Io bevo caffè di qualità, l’unico evento itinerante 100% made in Italy incentrato sul caffè di qualità e specialty coffees, ideato da Francesco Sanapo e Andrej Godina, è giunto ormai al quarto anno di attività. La stagione 2014/2015 verrà inaugurata in Puglia, a Lecce, l’11 settembre in un contesto d’eccezione, lo splendido comprensorio della Torre al Parco nel centro storico della città, dove per l’occasione, sarà allestita una mostra inedita di autentici pezzi rari inerenti al mondo del caffè, provenienti dalla collezione personale della famiglia Quarta.
Il calendario della stagione 2014/2015 di Io bevo caffè di qualità prevede tre appuntamenti che coinvolgono l’intera penisola, il primo a Lecce, il secondo a Milano e l’ultimo e Rovereto.


Caffè e cultura è un binomio che accompagna da sempre la tradizione italiana del caffè, fin da quando hanno aperto i battenti i primi caffè storici, luoghi di incontro di artisti e scrittori che hanno trovato nel caffè fonte di ispirazione e confronto. Il primo evento della nuova stagione 2014/2015 ideato da Sanapo e Godina è supportato dall’azienda salentina Quarta Caffè e rientra nella serie di iniziative a supporto di Lecce 2019, città finalista candidata Capitale Europea della Cultura. Io bevo caffè di qualità verrà declinato in una giornata dedicata alla degustazione ed alla cultura del caffè di qualità. Per la prima volta si potranno degustare caffè monorigine e specialty, conoscere i paesi di produzione del Centro America, grazie alla partecipazione di operatori del settore ed esperti, sommelier e baristi, per promuovere la cultura del caffè di qualità e del gusto 100% Made in Italy.

“La stagione 2014/2015 di Io bevo caffè di qualità ha quale filo d’oro che accompagna i tre eventi itineranti i paesi di produzione del caffè; ad ogni evento verrà accostata una macro regione di produzione all’interno della quale verranno scelti i migliori lotti di produzione di caffè specialty. Abbiamo scelto per il primo evento il Centro America quale macro area nella quale i caffè in degustazione verranno scelti assieme ad Edy Bieker della Sandalj Trading Co. e a Max Fabian della Demus di Trieste. E’ la prima volta che Io bevo caffè di qualità presenterà i migliori caffè specialty e decaffeinati del Centro America raccontandone la storia della loro provenienza e lavorazione in modo da diffondere la cultura di ciò che in Italia rappresenta la nostra tradizione migliore, il caffè di qualità. Inoltre, grazie al supporto della Asachimici, verrà posto l’accento sulla pulizia e manutenzione dell’attrezzatura per il caffè, pratica fondamentale per la qualità della bevanda, dopo che la trasmissione televisiva Report di Rai 3 ha evidenziato un sistema italiano caffè espresso che spesso offre al cliente un caffè di scarsa qualità. Durante l’evento nulla sarà lasciato al caso: il controllo delle curve di tostatura con l’ausilio di termocoppie applicate alla tostatrice, il controllo del colore di tostatura, la macinatura sempre perfetta grazie ai macinacaffè Mahlkoenig, l’acqua con i requisiti ottimali per il caffè e l’eccellente stabilità termica delle macchine caffè assicureranno le migliori esperienze sensoriali a tutti i partecipanti.”


Il programma:
Lecce, 11 settembre 2014, Torre al Parco, ore 17.00-20.00

Degustazione di quattro caffè monorigine, caffè speciali e decaffeinati, scelti scrupolosamente per le loro peculiari caratteristiche di aroma, declinati su tre postazioni: espresso, filtro e metodi a filtro manuali. La postazione espresso sarà allestita con una macchina espresso Dalla Corte dotata di tecnologia a gruppi indipendenti con la quale ciascuno dei caffè verrà estratto con la propria temperatura che permetterà di esaltarne le specifiche e migliori caratteristiche organolettiche. La postazione a filtro, allestita con le macchine della Bunn servirà i caffè tostati con una diversa curva di tostatura realizzata appositamente per la preparazione a filtro e che permetterà di esaltare in tazza le aromaticità fruttate e la piacevole acidità di ciascuna origine. Infine la postazione di preparazione dei caffè con i cosiddetti metodi a filtro “pour over” dove baristi professionisti prepareranno i caffè con le migliori ricette usando l’aeropress, il syphon, la french press, il V60 e la chemex.
Vi sarà infine una “Quarta postazione”, che offrirà la più tradizionale e rinomata preparazione salentina del caffè in ghiaccio con una miscela specialty inedita, selezionata e tostata presso lo stabilimento di Lecce e accompagnata dal migliore sciroppo di mandorla.

ore 20.00-21.30

Aperitivo 100% Made in Salento che sorprenderà anche i palati più esigenti accompagnato da musica dal vivo e dal piacere conviviale della degustazione di cocktail a base di caffè.

 

#italiancoffeereneissance